Un’ambiziosa iniziativa di ricerca finanziata dalla CE sull’epigenetica che avanza verso la biologia dei sistemi 81

Rosalind Franklin

Decodificare il progetto della vita

Nome: Rosalind Franklin
Nazionalità: britannica
Vissuto: 1920-1958
Campi: biofisica, biochimica e cristallografia
Affermazione di fama: lavoro rivoluzionario che ha contribuito a identificare la struttura del DNA

La scoperta della struttura del DNA è stata un risultato così singolare che ha fatto guadagnare a tre scienziati un premio Nobel. Tuttavia, un’eroina sconosciuta di questo risultato è stata Rosalind Franklin (1920-1958) le cui fotografie a raggi X sono state fondamentali per svelare i segreti di questi “mattoni” della vita.

La giusta chimica

Rosalind Franklin è nata a Londra in una benestante famiglia ebrea britannica nel 1920, la seconda di cinque fratelli. Suo padre era un importante banchiere mercantile e la sua famiglia allargata contava suo zio Herbert Samuel, che era ministro degli Interni (ministro degli interni) nel 1916, e sua zia Helen Franklin, sindacalista e attivista per il suffragio femminile. I membri della sua famiglia erano anche attivi nell’insediamento di rifugiati ebrei in fuga dalla persecuzione nazista. Le vacanze in famiglia erano spesso tour a piedi e Franklin sviluppò una passione duratura per l’escursionismo e per i viaggi all’estero. Come riflesso di questo interesse, ha imparato a parlare un ottimo francese, un buon italiano e un po ‘di tedesco.

Raggi di conoscenza

La scienza è stata una passione per tutta la vita e, come ha ricordato sua madre: “Per tutta la vita, Rosalind sapeva esattamente dove stava andando”. Franklin ha iniziato la sua formazione in una scuola femminile indipendente a Londra e ha frequentato l’Università di Cambridge, dove ha conseguito un dottorato in chimica. Ha poi continuato a perseguire una carriera di ricerca di successo come biofisica che ha contribuito alla nostra comprensione della struttura di diverse grandi molecole, tra cui DNA, carbone e virus, fino a quando la sua vita è stata tragicamente interrotta dal cancro, forse a causa di un’eccessiva esposizione al Radiazioni a raggi X che ha usato nella sua ricerca. Nel gennaio 1958 morì all’età di 37 anni.

visione a raggi X

Franklin ha studiato alla St Paul’s Girls School, una scuola indipendente di Londra che si concentra sulla preparazione delle ragazze alla carriera. Lì, eccelleva nella scienza, nel latino e nello sport.
Nel 1938, Franklin andò all’Università di Cambridge dove studiò chimica. Quando si laureò nel 1941, ottenne solo una laurea “titolare” perché l’università non aveva ancora iniziato a conferire diplomi completi alle donne.
“La scienza e la vita di tutti i giorni non possono e non devono essere separate”, scrisse in una lettera a suo padre nell’estate del 1940. Seguendo il suo stesso consiglio, Franklin iniziò la sua carriera di ricerca concentrandosi su argomenti rilevanti per lo sforzo bellico presso la British Coal Utilization Research Association. Lì, si è concentrata sulla porosità del carbone che è diventata la base per la sua tesi di dottorato che ha completato nel 1945. Successivamente, ha rivolto la sua attenzione alle molecole organiche.

Cristallino

Dopo la guerra, si è trasferita in Francia per lavorare al Laboratoire Central des Services Chimiques de l’État, dove ha continuato a studiare la struttura del carbone utilizzando metodi cristallografici. Nel 1951, Franklin tornò in Gran Bretagna per lavorare al King’s College di Londra, dove iniziò il suo lavoro pionieristico sul DNA, che sarebbe diventato la sua eredità più duratura. L’acido desossiribonucleico, o DNA come è più comunemente noto, è spesso descritto come il modello o il codice di tutti gli organismi viventi. A quel tempo, il significato genetico del DNA era ampiamente riconosciuto, ma nessuno sapeva che aspetto avesse a livello molecolare e la ricerca di Franklin è stata quella di gettare le basi per identificare la distinta struttura a doppia elica della molecola di DNA. Le sue fotografie a raggi X, inclusa la famosa “Foto 51”, si sarebbero rivelate inestimabili per il lavoro di Francis Crick e James Watson che furono insigniti, insieme a Maurice Wilkins, del Premio Nobel congiunto per aver descritto la struttura del DNA.

Risultati scientifici

Nonostante la sua morte prematura, la vita di Rosalind Franklin è stata piena di risultati scientifici, anche se durante la sua vita è stata sottovalutata. Il suo principale contributo è stato quello di far progredire la nostra comprensione delle strutture microscopiche. Le sue ricerche sulla porosità del carbone hanno fatto nascere l’idea di fibre di carbonio ad alta resistenza, come i moderni materiali compositi. Nella sua successiva carriera, Franklin si concentrò sul mondo microscopico dei virus poco compreso. Si è concentrata sul mosaico del tabacco e sui virus della polio. Ma è il suo lavoro pionieristico sul DNA che è stata la sua eredità più notevole.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here